VUOI PROLUNGARE I RISULTATI DI UN MASSAGGIO? BEVI LA CURCUMA!



golden_milk_latte_curcuma La curcuma è una radice meravigliosa. Fin dall’antichità ha seguito una strada parallela al suo parente più stretto, il prezioso zafferano, di cui faceva le veci nei piatti delle cucine di mezza Asia, dall’India alla Thailandia. Ammirato per il suo colore, per moltissimo tempo è stato utilizzato in ambito artigianale per tingere stoffe, carte e ceramiche, mentre le donne preferivano applicarlo sul volto per sfruttarne al massimo le proprietà eudermiche, soprattutto nel giorno delle nozze, quando era in uso tingersi i capelli come augurio di prosperità.Descrizione

La curcuma è una pianta erbacea perenne che cresce naturalmente nelle fasce tropicali dell’Asia Meridionale e dell’Africa ( in vaste piantagioni). E’ una pianta alta circa 1 metro, con grandi foglie verdi allungate, e pseudo-infiorescenze di brattee verdi e bianche, che in basso formano delle tasche che ospitano deliziosi fiori gialli. La parte attiva utilizzata in cucina ed in fitoterapia (droga) è la radice: un grosso rizoma cilindrico, ramificato e dall’intenso colore giallo/arancione. Essa viene raccolta, seccata al sole o in forno, per essere ridotta in polvere sottile. Pur essendoci ben 80 specie diverse di curcuma, tutte appartenenti alla famiglia delle Zingiberaceae, quella utilizzata è la variante curcuma longa.

Proprietà

E’ una delle colonne portanti sia della medicina ayurvedica che della medicina tradizionale cinese. Ha un ampissimo spettro d’azione che va dall’uso antinfiammatorio, al digestivo, fin’anche all’antitumorale. Vediamole di seguito:

Anti-infiammatoria, analgesica e cicatrizzante: l’infiammazione è una reazione di difesa non specifica ed innata a fattori esterni o interni dell’organismo. E’ necessaria perchè essa dà i primi input per i successivi processi di riparazione. Quando l’infiammazione è eccessiva o causa dolore, è possibile sia un’applicazione topica (per esempio sulla cute, gengive o articolazioni per artriti o artrosi), sia l’ingestione, per beneficare degli effetti.

Coleretica: aumenta la produzione di bile.

Colagoga: stimola la cistifellea ad espellere la bile nel duodeno.

Antiossidante: contrasta l’invecchiamento delle cellule.

Come assumerla? L’ayurveda consiglia

IL LATTE D’ORO

Il latte d’oro, o golden milk, serve a migliorare l’elasticità e la lubrificazione delle articolazioni, rompendo i depositi cristallini che si depositano al loro interno. Sfruttando le proprietà anti-infiammatorie e coleretiche della curcuma, si ottiene un ottimo elisir disintossicante. E’ preferibile assumerlo al mattino, quando il nostro sistema digerente torna in attività. I risultati saranno visibili entro un paio di giorni dalla prima assunzione. Straconsigliato!

Passo 1 – Pasta di Curcuma
1/4 di tazza di curcuma

1/2 cucchiaino di pepe appena macinato (rende la curcuma più biodisponibile)

1/2 tazza di acqua

Bollite l’acqua a fuoco medio insieme alla curcuma mescolando lentamente fino a che il composto non si asciuga e diviene un pochino denso. Una volta pronta la miscela può essere conservata in frigo e utilizzata per 40 giorni.

Passo 2 – Latte d’oro

1/4 CUCCHIAINO DI PASTA DI CURCUMA

1 tazza di latte (meglio vegetale)

1 cucchiaino di olio di riso, canapa, cocco spremuti a freddo

miele o cannella per dolcificare

Combinate gli ingredienti (escluso il miele) in un pentolino e, mescolandoli continuamente, portate il composto fino quasi ad ebollizione e infine si dolcifica con il miele. Da consumare una tazza al giorno per 40 giorni.

Buon Appetito!

Cristel

Per appuntamenti chiama il 3926318754. Studio in zona Nuovo Salario (Roma)

 

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>